Certificazioni

COS'è LA CERTIFICAZIONE

Piattaforma di certificazione contratti-transazioni

La certificazione è uno strumento deflattivo del contenzioso mediante il quale le parti (datore di lavoro e lavoratore) possono far attestare che il contratto che si vuole sottoscrivere abbia i requisiti di forma e contenuto richiesti dalla legge conferendo, in questo modo, certezza circa l’esatta qualificazione giuridica del contratto.

Image

Cosa può essere certificato

  • Tutti i contratti in cui sia dedotta, direttamente o indirettamente, una prestazione di lavoro.
  • Singole clausole dei contratti di lavoro, tra cui le clausole di tipizzazione delle causali giustificatrici del licenziamento, ivi incluse quelle di giusta causa e di giustificato motivo oggettivo e soggettivo di licenziamento e la clausola compromissoria con cui le parti decidono di devolvere eventuali controversie agli arbitri.
  • I contratti di appalto anche al fine di distinguerli dalla somministrazione di lavoro
  • Il contenuto del regolamento interno delle cooperative depositato, riguardante la tipologia dei rapporti di lavoro attuati o che si intendono   attuare, in forma alternativa, con i soci lavoratori.
  • Rinunce e transazioni al fine di verificare l’effettività della volontà abdicativa o transattiva delle parti.
  • La genuinità delle CO.CO.CO. certificando l’assenza dei requisiti che determinerebbero l’applicazione della normativa in materia di lavoro subordinato.
  • La stipula dei patti di demansionamento
  • La stipula di accordi relativi alle clausole elastiche nel caso in cui il contratto collettivo applicato al rapporto di lavoro non disponga nulla in merito.

Quali sono i vantaggi della certificazione

Il contratto certificato esplica i propri effetti tra le parti ma, soprattutto, nei confronti di terzi anche in sede di contenzioso.

In tal modo, in sede di accertamento ispettivo, la qualificazione giuridica del rapporto oggetto di certificazione non può essere contestata dagli organi di vigilanza e resiste fino ad una sentenza giurisdizionale in senso contrario.

Tipologie di commissioni di certificazioni: classificazione

  • Commissioni istituite presso l’Ordine Provinciale dei Consulenti del Lavoro;
  • Commissioni istituite presso le Università;
  • Commissioni istituite presso gli Enti Bilaterali;
  • Commissioni istituite presso il Ministero del Lavoro;
  • Commissioni istituite presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro.

Altre funzioni delle commissioni di certificazione

Le commissioni di certificazione hanno anche una funzione conciliativa essendo sedi in cui è possibile esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione relativamente ai contratti di lavoro che, precedentemente, sono stati oggetto di certificazione ed il tentativo facoltativo di conciliazione per i contratti di lavoro non sottoposti a procedura di certificazione

Le commissioni si occupano, altresì, di convalidare dimissioni o risoluzioni consensuali perfezionando, in questo modo, l’atto interruttivo del rapporto di lavoro non rendendo necessario il ricorso alla procedura telematica.

Certificazione contratti: diritti di segreteria

Certificazione contratti Euro 260,00
Conciliazioni/transazioni: Euro 150,00

I diritti di segreteria vanno versati tramite bonifico sulle seguenti coordinate bancarie:
c/c bancario Carige – ag. 18 – IBAN IT41Z0617501418000001340380 – intestato al Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Genova.